Reminder

To have a better experience, please upgrade your IE browser.

upgrade
Se hai bisogno di aiuto, fai clic qui:

Power On: un’infrastruttura intelligente

2020-01-15 29
Emotional male voice
  • Emotional male voice
  • Emotional female voice
  • Standard male voice
  • Standard female voice
Speed 1.0X
  • Speed 0.5X
  • Speed 1.0X
  • Speed 1.5X

Sempre connessi, sempre attivi, la fame di energia da parte del mondo non accenna a diminuire.

Non è per niente sorprendente venire a conoscenza del fatto che il consumo di energia non è mai stato così elevato, e che, secondo alcune previsioni, continuerà ad aumentare fino al 27% entro il 20401.

Gestire questa situazione, che pare inevitabile, sarà complicato e la soluzione non sarà affidata solo all’energia sostenibile come quella solare ed eolica (le cosiddette energie rinnovabili), ma serviranno anche metodi di distribuzione e modalità di consumo molto più intelligenti.

È tempo di passare alle Smart Grid.

Rese possibili dalle tecnologie IoT, Big Data e cloud, le Smart Grid di domani saranno, a tutti gli effetti, in grado di auto-gestirsi. Raccoglieranno enormi quantitativi di dati attraverso sensori intelligenti distribuiti su ogni parte operativa della “grid”, come cavi e trasformatori di trasmissione, o elettrodomestici situati negli uffici e nelle case degli utenti finali, per poi analizzarli collettivamente e prendere dalla più piccola alla più grande decisione in modo più intelligente e dettato dalle informazioni ricevute.

In questo modo, una Smart Grid sarà molto più in grado di associare la domanda all’offerta, con una micro-gestione da rete locale a rete locale, da casa a casa, con previsioni intelligenti fondate sulle grandi quantità dei nuovi dati generati da un minuto all'altro. Così, ogni singolo contatore intelligente potrà generare in alcune ore e senza difficoltà, la stessa quantità di dati che in passato era resa disponibile solo su base annuale (in più, con i contatori intelligenti anche il noioso lavoro di raccolta manuale dei dati diverrà un mero ricordo del passato).

La Smart Grid utilizzerà inoltre i dati raccolti per individuare con un certo anticipo le potenziali aree di stress, da trasformatori dalle scarse prestazioni a linee indebolite, rendendo i processi di riparazione proattivi piuttosto che reattivi ed eliminando gli sprechi superflui.

La Smart Grid semplificherà il risparmio energetico in ogni ambito, arrivando persino a gestire gli elettrodomestici, in modo da ottimizzarne le prestazioni e riducendone il consumo complessivo.

"Le Smart Grid con connettività a Internet possono risparmiare potenzialmente 6,3 miliardi di MWh di elettricità e ridurre di 1,8 gigaton (Gt) le emissioni globali di anidride carbonica entro il 2030"2.

Dove sono già una realtà stabilita, le Smart Grid hanno dimostrato alti livelli di funzionalità. Ad esempio, le soluzioni AMI (Advanced Metering Infrastructure) implementate da Huawei e Ikeja (società di distribuzione dell'energia leader in Nigeria) hanno contribuito a ridurre l’inspiegabile elevata perdita sulla linea del 45%, ad un solo 14%.

E il contributo offerto dalla tecnologia delle Smart Grid non potrà che aumentare. La Cina ha in previsione di aumentare la copertura nazionale degli smart meter sulla sua rete portandola al 70% entro il 2022, e, con ogni probabilità, il suo esempio sarà seguito da altri paesi asiatici e sud asiatici.

Con la rapida crescita del consumo di energia a livello globale, sono approcci simili a questo che contribuiscono a garantire un utilizzo efficiente, responsabile e intelligente delle nostre risorse.

Scopri la rete informatica di Huawei ottimizzata per le smart grid: L'infrastruttura IT di Huawei, ottimizzata per le Smart Grid

Note e riferimenti

0/500

Write your comment here.
Submit

0 comments

    More comments

      You have scored successfully.

      You have submitted successfully.

      Evaluation failed.

      Submission failed.

      Please write your comment first.