Reminder

To have a better experience, please upgrade your IE browser.

upgrade
Se hai bisogno di aiuto, fai clic qui:
MENU
  • Uno switch CloudEngine costruito per l’era dell’AI

    Sta arrivando a gran velocità un mondo intelligente e interamente connesso. Man mano che i data center si evolvono dall’era del cloud all’era del’AI, si trasformano nell’infrastruttura di base per nuove tecnologie come il 5G e l’intelligenza artificiale (AI, Artificial Intelligence).

    Huawei CloudEngine 16800 è il primo switch per data center del settore mai costruito per l’era dell’AI. Huawei definisce tre caratteristiche per gli switch per data center nell’era dell’AI: un chip AI integrato, una scheda riga 400 GE a 48 porte per slot e la capacità di evoluzione nella rete di guida autonoma. Integrando le tecnologie dell’AI negli switch per data center in maniera innovativa, Huawei può contribuire all’accelerazione della transizione intelligente dei propri clienti.

Chip AI integrato, potenza di calcolo AI al 100%

La convergenza di calcolo e archiviazione, coniugata con la popolarità delle applicazioni AI, presenta nuove sfide di funzionamento e manutenzione intelligente e di ottimizzazione delle reti per data center intelligenti. CloudEngine 16800 di Huawei è dotato di un chip AI altamente performante. Il chip consente al sistema CloudEngine 16800 di implementare analisi in locale e, prendere decisioni in tempo reale, realizzare commutazioni intelligenti senza perdita di dati ed effettuare la manutenzione della rete per data center, progredendo gradualmente verso reti di guida autonoma con perdita di pacchetti e numero di errori pari a zero.

  • L'efficienza dell'apprendimento AI è migliorata del

    40%

  • Gli IOPS dello storage distribuito sono migliorati del

    30%

  • Tempo di rilevamento dei guasti ridotto da ore a

    minuti

  • Il CAPEX viene ridotto del

    90%

L'essenza del fulcro centrale: il chip AI

Il chip AI altamente performante sfrutta l’innovativo algoritmo iLossless per ottenere una prestazione di rete dalla minore latenza e con un trasferimento elevato basati su zero perdite di pacchetti, superando i limiti della potenza di calcolo dovuti alla perdita di pacchetti su Ethernet tradizionali, aumentando la potenza di calcolo dal 50 al 100 percento e migliorando le operazioni di archiviazione di dati Input/Output al secondo (IOPS) del 30 percento.

Prestazioni leader nel settore

CloudEngine 16800 dispone di una piattaforma di commutazione hardware migliorata. L’architettura ortogonale e l’assenza di backplane consentono di superare innumerevoli sfide tecniche come la trasmissione di segnali ad alta velocità, la dissipazione del calore e l’alimentazione elettrica. Offre la scheda riga 400 GE a 48 porte per slot con la maggiore densità del settore e la più alta capacità di commutazione 400 GE a 768 porte (cinque volte maggiore della media del settore), per soddisfare i requisiti di moltiplicazione del traffico dell’era dell’AI. Inoltre, il consumo di energia per bit risulta ridotto del 50%, garantendo un funzionamento più ecologico.

  • Ottanta schede 36 x 100G

    Switch per piattaforma 100G nell’era del cloud

  • 5x
  • Sedici schede 48 x 400G

    CloudEngine 16800

  • 48 porte

    400

    GE

  • Fino a

    768

    porte 400GE

  • 5x:

    capacità di switching quintuplicata

    Un dispositivo ne sostituisce cinque

L’uso di energia si riduce ogni anno di 320.000 kWh, e le emissioni di carbonio di oltre 259 tonnellate.

  • 55% risparmio di spazio

    Prima

    Dopo

  • 49% risparmio di elettricità

    Prima

    Dopo

  • 50% risparmio in raffreddamento

    Prima

    Dopo

  • Consumo di energia per bit ridotto del 50%

    Prima

    Dopo

* Risultati dei test dei laboratori Huawei (CloudEngine 16800 vs. switch di terze parti)

  • SuperPower: alimentatore ultra efficiente

    Le tecnologie della valvola a soffio magnetica e dell’ampio eccitatore realizzano in millisecondi la commutazione fra i doppi ingressi indipendenti di un modulo di alimentazione. Ciò comporta un notevole risparmio di spazio nella sala apparecchiature e aumenta del 95% l’efficienza energetica dello spazio unitario.

    95%
  • SuperCooling: potente dissipazione del calore

    Il nuovo foglio termico a nanotubi in carbonio e il radiatore VC a cambiamento di fase servono a migliorare l’efficienza di raffreddamento di quattro volte e aumentano l’affidabilità di tutto il sistema del 20 percento.

    4x
  • SuperCooling: ventole

    Le prime ventole a flusso misto del settore e il motore a permeabilità magnetica ottengono l’efficienza di raffreddamento per sistemi globali più alta sul mercato. lI consumo medio di energia per ogni bit di dati si abbassa del 50 percento, mentre il deflettore di silenziamento ad anello riduce il rumore di sei dB.

    50%