Reminder

To have a better experience, please upgrade your IE browser.

upgrade
Se hai bisogno di aiuto, fai clic qui:

Al fianco dell'Italia dopo la pandemia

Milano, 26 giugno 2020: “Huawei prosegue il proprio impegno nella trasformazione digitale dell’Italia”, ha ribadito Abraham Liu, Vice Presidente di Huawei in Europa e rappresentante dell’azienda presso le istituzioni europee, durante il seminario online “Comeback in the Italian way: digital and economy in the “new normal” organizzato da Start Magazine.

“L'Italia si trova sulla soglia di una nuova era di trasformazione digitale, grazie alle opportunità offerte dalle reti 5G e dall'intelligenza artificiale. Il Paese, essendo stato duramente colpito dalla pandemia prima di molti altri, è diventato un riferimento per l’Europa nell’ottica delle azioni da intraprendere per superare l’emergenza. Oggi più che mai, Huawei conferma la propria presenza e il proprio impegno a supportare l’Italia nella sua trasformazione digitale. Tecnologie come il 5G o l’Intelligenza Artificiale sono fondamentali per aiutare la ripresa economica della nazione. Huawei resta al fianco dell’Italia, certa di proseguire questa positiva collaborazione, anche nella difficile fase di ripresa che il Paese sta ora attraversando.”, ha affermato Abraham Liu.

Abraham Liu, Vice Presidente di Huawei in Europa e rappresentante dell’azienda presso le istituzioni europee

La ripresa dell’Italia

Tra i partecipanti al seminario, rappresentanti del governo italiano, del Parlamento europeo, di Confindustria e dell'Università Tor Vergata di Roma hanno affrontato il tema della ripresa successiva alla pandemia da Coronavirus, delineando il ruolo che istituzioni nazionali ed europee - così come le tecnologie digitali - potrebbero avere nel sostenere l’economia italiana. Essendo uno dei primi Paesi europei a essere stato colpito duramente dall’emergenza Covid-19, e tra i primi che la sta superando, l'Italia è stata al centro dell'attenzione per molto tempo e continua a esserlo. Quale principale beneficiario del Recovery Fund proposto dall'UE, l’Italia potrà essere in grado di realizzare una rapida trasformazione digitale.

Abraham Liu ha concluso: “Huawei è a favore di un'Europa forte e unita. Per questo motivo accogliamo positivamente la proposta dell’Unione Europea di un Recovery Fund da 750 miliardi di euro che contribuirà ad aiutare anche l'Italia, dove Huawei è presente ormai da 16 anni e conta oltre 900 dipendenti in tutto il territorio.”